Riepilogo

  • 22 Settembre 2021
  • mercoledì, 20:00 Fino alle 22:00

Contact event manager

1 2 3 4

Prenota subito

  • 45€ Marinature del pesce e Ceviche 7 Posti disponibili
Prenotazioni chiuse

Prenota il corso

Marinature del pesce e Ceviche
7
45€
One time registration allowed for this ticket
0€
Grazie Mille

Marinature del pesce e Ceviche

mercoledì, 20:00 Fino alle 22:00
22 Settembre 2021

000000

Marinature del pesce e Ceviche

20-22 + Cena

mercoledì, 20:00 Fino alle 22:00
22 Settembre 2021

STAMPA

MARINATURE DEL PESCE E CEVICHE

IL CORSO

“Se devo rappresentare il mio paese, faccio un ceviche, perché parlare del ceviche significa parlare del Perù in generale”. In realtà il Perù è diviso in tre parti: Sierra, Amazzonia e Costa, che è la zona del ceviche. Questa parola deriva dal quechua antico siwichi che vuol dire “pesce fresco”. Esistono molte leggende sulle origini del ceviche e del suo nome. Gli storici raccontano che gli inca usavano il tumbo (curuba) o la bevanda naturale degli inca la chicha de jora (bevanda a base de mais) che con la aggiunta dei peperoncini come il aji limo o aji mochero si preparava il ceviche.

Alcune fonti del secolo XVI descrivono la popolazione nativa della costa che prepara e mangia pesce crudo usando solo sale e peperoncino. In seguito, con l’arrivo degli spagnoli, vennero aggiunti la cipolla e lime; anche l’arrivo dei giapponesi portando la sua gran cultura, tecnica e filosofia, dando luogo al ceviche come lo conosciamo oggi.

Dunque, questo corso è dedicato alle varie marinature peruviane del pesce, in particolare al ceviche.

Una volta acquistato il pesce, il corso inizia con l’abbattimento dello stesso e con la spiegazione di tutti i modi per mangiare pesce crudo in totale sicurezza.

In seguito si passa alla sfilettatura del pesce e poi alla preparazione del fumetto, alla base sia del ceviche, che delle varie salse in accompagnamento, a cui dà l’equilibrio giusto, come nella salsa leche de tigre. “In Perù si dice: ti vedo un po’ giù, dai prendiamo una salsa de leche”.

“E in accompagnamento sempre la birra peruviana Cuzqueña che più rappresenta noi peruviani. Perché il ceviche è significato di festa, famiglia, il piacere di stare in mare e di condividere emozioni”.

PIANO DIDATTICO

Ceviche (pesce fresco, sale, lime, peperoncino aji limo, cipolla, coriandolo, camote, mais chulpe e choclo)

Leche de tigre (fumetto di pesce, sedano, zenzero, aglio, cipolla e peperoncino aji limo, sale, coriandolo)

In accompagnamento

birra peruviana Cuzqueña

DETTAGLI

Costo

45€

Cosa comprende

– 2 ore di corso
– degustazione
brochure con ricette e attestato di partecipazione

CHI È ERNESTO

“Quando ero piccolo mio padre aveva la barca, usciva in mare e poi mi cucinava il pesce che aveva pescato. E non avete idea l’emozione di mangiare il ceviche in barca in mezzo al mare”.

Ernesto è una persona estremamente competente e appassionata del suo lavoro. Nasce il 3 novembre del 1988 a Lima, nel quartiere di San Bartolo, un piccolo comune al sud di Lima vicinissimo al mare. Qui i suoi genitori avevano un minimarket proprio sull spiaggia, in una via piena di ristoranti, dove Ernesto è cresciuto e soprattutto ha sviluppato la curiosità per tutti quei piatti bellissimi che vedeva uscire dai vari locali; in più, il suo padrino Fernando, è un cuoco professionista, che gli ha passato fin da subito l’amore per la cucina. Così Ernesto non ha dubbi e dopo le scuole superiori si iscrive alla Scuola di Alta Cucina Peruviana “HMS Columbia” per poi lavorare in vari ristoranti, cevicherie, pescherie a Lima.

“all’inizio ho fatto come tutti i migranti, tutti i lavori che potevo, come aiuto dall’imbianchino, all’elettricista al muratore”. Finché nel 2014 finalmente inizia a lavorare in cucina come aveva sempre desiderato, in un ristorante peruviano, Hornero. Nel 2015 diventa cuoco in un altro ristorante peruviano, Pacifico, dove lavora da sei anni. Nel frattempo non sono mancate esperienze anche nell’insegnamento e pure una comparsa a Master Chef!

Unico rammarico? “In undici anni sono tornato in Perù solo una volta. Ma cucinare il ceviche mi riporta lì, perché in Perù quando dici ad un amico faccio il ceviche, lui arriva subito correndo con le birre; il ceviche per me è condivisione, è la relazione con gli amici, anche regalare e vivere emozioni quando uno era piccolo insieme alla famiglia , ma è anche un modo per conquistare una donna”.

CEVICHE MESSICANO

Non si sa di preciso in quali anni, poiché come tutte le storie più belle sfuma tra realtà e leggenda, ma pare che un gruppo di pescatori peruviani si disperse nell’Oceano Pacifico per giorni. Una volta approdati sulle coste messicane, raccontarono di essere riusciti a sopravvivere grazie alla preparazione del ceviche, ovvero del pesce che trovavano in mare, cotto, condito e conservato con sale e lime che si erano portati dietro.

Così iniziarono a prepararlo e a diffondere questa ricetta anche in Messico, aggiungendo però qualche ingrediente tipico messicano, assente nella versione peruviana, motivo per cui oggi ci sono due ceviche differenti. Il Messico non ci mise molto a farlo suo, prima più sulle coste e nella zona di Acapulco, poi in tutto il paese dove oggi si consuma abitualmente, sia come street food, che nelle case dei pescatori: qui viene cucinato soprattutto dalle mogli e a volte viene servito dentro il molcajete, l’antico mortaio di pietra vulcanica.

Dunque i primi pescatori peruviani arrivati in Messico iniziarono a preparare questo piatto con alcuni ingredienti inesistenti nel ceviche in Perù, come i seguenti, che fanno la differenza tra le due versioni.

pomodoro a cubetti

jalapeño a cubetti (peperoncino messicano)

avocado

cipolla rossa

coriandolo (presente anche nella versione peruviana a piacere)

LA CUCINA PERUVIANA NEGLI ARTICOLI DI GIULIA UBALDI

12 34