Riepilogo

  • 27 Settembre 2021
  • lunedì, 20:00 Fino alle 22:00

Contact event manager

1 2 3 4

Prenota subito

  • 45€ Ta3alam wa kul, parla e mangia carne 9 Posti disponibili
Prenotazioni chiuse

Prenota il corso

Ta3alam wa kul, parla e mangia carne
9
45€
One time registration allowed for this ticket
0€
Grazie Mille

Ta3alam wa kul, parla e mangia carne

lunedì, 20:00 Fino alle 22:00
27 Settembre 2021

000000

Ta3alam wa kul, parla e mangia carne

20-22 + Cena

lunedì, 20:00 Fino alle 22:00
27 Settembre 2021

STAMPA

TA3ALAM WA KUL, PARLA E MANGIA CARNE

IL CORSO

Questo corso è un vero e proprio viaggio alla scoperta della cucina yemenita, in particolare sulla maniera di cucinare la carne. La proposta è quella di un ciclo di quattro lezioni, ognuna su un verbo che corrisponde a un modo di trattare la carne, abbinarla alle spezie e cuocerla. Inoltre, queste azioni rispecchiano anche le differenti influenze che nel corso del tempo ci sono state in Yemen: schiacciare, tagliare e macinare, ad esempio, è legato agli ottomani, mentre speziare e affumicare più agli indiani. Non a caso lo Yemen viene definita quella terra di mezzo tra India e Turchia. Ma in realtà, nonostante le diverse influenze, la cucina yemenita si è poi costruita nel tempo in modo completamente unico, come spesso accade quando ci si contamina. Per questo oggi si tratta di una tradizione veramente unica. 

Durante il corso Taha insegnerà anche un po’ di arabo partendo dalle parole e dai luoghi del cibo e vi mostrerà alcuni oggetti artigianali della cultura locale yemenita. 

In accompagnamento una deliziosa bevanda fresca di acqua, limone, menta e zucchero. 

La lezione si conclude con una degustazione di caffè yemenita, qualità arabica, di Faris Shaibani dell’azienda Qima Coffee.

PIANO DIDATTICO

Schiacciare e tagliare

  • Mugalgal (vitello, aglio, pomodori, peperoncini verdi, cipolla, curcuma, brodo vegetale, cumino, sale, peperoncino, pepe nero, olio di semi, pane)
  • Fahsa (manzo, spezie, olio, sale, pane)

Macinare

  • Selta (brodo di verdure, patate e altre verdure di stagione)
  • Kebab sanaani (carne macinata di manzo, olio di girasole, spezie, sale)
  • Sambusa (carne macinata di manzo, spezie, prezzemolo, pasta sfoglia)

Speziare

  • Kapsa (pollo, riso basmati, cipolla, spezie, sale, pomodoro, sale, olio, mandorle, uvetta, lime, zafferano)

Affumicare

  • Hanidh (agnello, riso, salsa, spezie)
DETTAGLI

Costo

30€

Cosa comprende

– 2 ore di corso
– degustazione
brochure con ricette e attestato di partecipazione

Programma

Storie e sapori dello Yemen
Dalle 19:00 alle 19:30 accoglienza
dalle 19:30 alle 20:15 Racconti dallo Yemen con la testimonianza di Marco Doneda operatore umanitario MSF e Laura Silvia Battaglia, giornalista esperta di Medio Oriente.
20:15 presentazione del corso di cucina e cena Yemenita a cura di Taha, unico cuoco yemenita in Italia.

CHI È TAHA

Taha è un vero personaggio. 

Nato nelle campagne intorno a Sana’a, cresce in una famiglia di sette fratelli. Fin da piccolo, è incuriosito dal mondo della cucina: “osservavo sempre mia mamma mentre cucinava e la mia missione era quella di riuscire a fare la salsa holba come lei, cioè di mischiare il fieno greco con acqua, prezzemolo e peperoncino come sanno fare benissimo tutte le donne in Yemen”. Ma non solo a casa: quando Taha andava a comprare il cibo nei ristoranti, guardava sempre e chiedeva per cercare di imparare tutto quello che poteva. Per un periodo, però, fa tutt’altro: durante gli studi in English Traslation all’Università di Sana’a, apre un negozio di calligrafia, la sua grande passione che ancora porta avanti con opere stupende.

è qui che conosce Laura, una grandissima giornalista originaria di Catania, sua alunna, destinata a cambiargli la vita per sempre. Nel 2015 si sposano e vanno vivere insieme nel quartiere Giambellino di Milano, dove Taha frequenta un Master in Relazioni internazionali, poi lavora un po’ con Laura, fa lezioni inglese e arabo, finché purtroppo non accade una tragedia: una brutta malattia gli fa rimettere tutto in discussione ed è dopo questa brutta esperienza che si riavvicina al cibo. “È stato in quel momento che ho capito che la manualità mi faceva bene. Inizialmente è nato tutto perché avevo troppa nostalgia del cibo del mio paese, in particolare di mia  mamma”. Così, Taha inizia a cercare gli ingredienti, a studiare e a imparare, sia al telefono con la famiglia che guardando ricette su youtube. Laura apprezza subito la sua cucina e anche i suoi amici: “è questo il modo di diventare amici degli italiani, tramite lo stomaco!”, scherza Taha. Così Taha inizia a cucinare sempre di più, finché non gli propongono di fare delle serate yemenite durante l’iniziativa degli Aperitivi Etnici. È questo per lui un grande successo: Taha arriva a cucinare anche per tantissime persone, da 60 a 120! E le sue cene a domicilio o per eventi, catering, iniziano a essere sempre più richieste. “Io sono felice quando vedo le persone felici”.

Nel 2017 la situazione gli sfugge talmente di mano che finisce persino a Masterchef… Ma Taha è pur sempre l’unico cuoco yemenita in Italia!

Oggi continua a studiare, cucinare e fare ricerca; sta frequentando anche un corso di Film Making Doc alla Bauer di Milano, per gestire al meglio il suo canale Youtube dove potete trovare tutte le cose che fa https://youtube.com/c/JalaLTvye